Home

Sfide comuni, Obiettivi condivisi
"Benvenuti nel sito web del progetto AIDA, un progetto transfrontaliero Italia-Tunisia per l’applicazione di ICT alla diagnosi delle malattie autoimmuni"

NEWS DELLA SETTIMANA

Il team di ricercatori che partecipano al progetto è stato molto impegnato in questa settimana, organizzando workshop e corsi di formazione. I temi principali sono stati : l'immunofluorescenza indiretta e il ruolo della tecnologia dell'informazione nella rilevazione di malattie autoimmuni. Il team del progetto AIDA ritiene fondamentale la realizzazione di un grande database che consenta lo studio delle patologie autoimmuni nei paesi transfrontalieri attraverso i test di immunofluorescenza indiretta.

 

Creazione di start-up innovative in Tunisia nel campo dell'ICT applicato alla sanità
II progetto A.I.D.A. promuove l'innovazione nel settore della sanità e la creazione in Tunisia di start-up innovative nel campo dell'ICT applicato alla sanità

3rd International Conference
on HEALTH SCIENCE and BIOMEDICAL SYSTEMS (HSBS '14)

AIDA project preliminary results

The 3rd international conference on Health Science and Biomedical Systems will take place from November 22-24, 2014 in Florence, Italy. The AIDA project will be present to conference with preliminary results in a paper and talk.
Cours de formation
interdisciplinaire

Analyse d'images et maladies autoimmunes

Tunis 8-9 DéCEMBRE 2014 - Ce cours de formation a pour ambition de sensibiliser un public de divers horizons scientifiques à la nécessité d’améliorer les méthodes de diagnostic des maladies auto-immunes et à l’importance de l’approche multidisciplinaire et collaborative pour répondre à cet objectif.

Le Malattie Auto-Immuni (MAI) sono malattie causate da alterazioni del sistema immunitario. Le MAI costituiscono un problema per la salute pubblica a causa della loro elevata morbilità, della durata del trattamento e della loro elevata prevalenza (circa il 4% della popolazione totale).

Esse costituiscono la terza più diffusa patologia dopo le malattie cardiovascolari e il cancro. Queste malattie possono colpire persone di tutte le età e di entrambi i sessi, con una frequenza maggiore tra le donne di età fertile.

Le MAI sono malattie multifattoriali i cui fattori di rischio sono genetici e ambientali. Tra una popolazione e l’altra le combinazioni dei fattori di rischio possono generare profili epidemiologici diversi.

Il vantaggio di lavorare con persone vicine sul piano genetico e condizioni climatiche ma diverse in termini di costumi, abitudini alimentari, condizioni culturali, fattori ambientali, è evidente nella misura in cui si può prendere in considerazione una analisi comparativa su vasta scala limitando l’eventuale condizionamento dovuto alla diversità dei fattori eziologici.

L’Immuno Fluorescenza Indiretta (IFI) è la tecnica di riferimento per la diagnosi delle MAI ed è la piu utilizzata per la sensibilità del metodo, la specificità della risposta, la riproducibilita e la facilita d’esecuzione. Il principale svantaggio della tecnica IFI è la sua soggettività nell'interpretazione dei risultati che sono fortemente dipendenti dall'esperienza dell'operatore.

Come per la diagnosi radiologica, la lettura del campione da parte di due diversi operatori è fortemente raccomandata al fine di ridurre la probabilità di una diagnosi errata.

L'introduzione di nuovi e moderni sistemi informatici che effettuano una classificazione automatica determinerà un risparmio economico ed una maggiore efficacia nella diagnosi delle MAI.

Sarà, così, possibile utilizzare un sistema di classificazione automatico computerizzato per la identificazione di pattern di autoanticorpi e migliorare significativamente la qualità della tecnica IFI e le prestazioni dell’operatore nella diagnosi delle MAI.

 

Eventi

Nessun evento.

Video

 

 

 

 

 

In primo piano

Partners

Responsabile della comunicazione

Prof. Giuseppe Raso
Tel.: +39 09123899061
mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

S5 Box

Registrazione